PRESS

“Ci ha letteralmente sorpreso per le sue canzoni… “Il Folle Mio Librarmi in Volo”, che reputo spettacolare per melodia e testi e fa notare agli addetti ai lavori che Nardozza è un vero artista ed una grande penna per la musica italiana…
Quest'album riesce a parlare al cuore delle persone di ogni età e, una volta ascoltato, arricchisce riempiendo cuore e anima.
Con “Frastuono di Passi” sono rimasto letteralmente folgorato da questo artista che riuscirà sicuramente a dare un contributo importante nella musica italiana… “
(Musica Italiana Emergente)

“Ci sono due concetti-chiave alla base di “Di passaggio”: il tempo e l’amore. Sono queste le due colonne del disco, sulle quali Luciano Nardozza costruisce brani semplici, genuini, ingenui e comunque non banali, con un cantautorato pop pulito ed essenziale, che ricorda lo stile di Nicolò Fabi, Samuele Bersani e persino Finardi, ma che riesce a trovare la propria dimensione individuale. “
(Rock It)


“Il primo gradino del podio è stato assegnato a Luciano Nardozza… Il musicista lucano e milanese di adozione ha convinto per la cura dei testi e per la buona padronanza tecnica vocale e strumentale, come anche per la vena intimista che lo avvicina al cantautorato romano. “
(L’Isola che non c’era, in riferimento alla vittoria al Festival Villeggendo 2017)

 

 “Luciano è un musicista a tutto campo… una catena di montaggio compositiva mai doma, sempre alla ricerca di qualche dettaglio aggiuntivo che possa creare un sound più piacevole e ricco.
Di Passaggio è un album davvero piacevole, di compagnia, che sa allietare, e che, pur attingendo da moltissimi generi, riesce a creare nell’ascoltatore delle linee guida e un messaggio musicale ben definiti.”
(Il Megafono)