Silvia Beillard Ph.
Silvia Beillard Ph.

Cantautore, chitarrista, compositore, arrangiatore. Suona da oltre quindici anni da quando, adolescente - rapito dal suono della chitarra - inizia lo studio dello strumento senza più abbandonarlo. Nel frattempo prende una laurea in Lingue (Svedese e Inglese) e studia Psicologia a Milano. Si specializza in chitarra moderna in Svezia e in Italia. Partendo da sperimentazioni di vario tipo in formazioni musicali rock-blues, folk, world, jazz-fusion tra Lombardia, Svezia e Basilicata (sua terra di origine), si dedica per lungo tempo a un repertorio originale, principalmente acustico, che include e fonde i diversi generi esplorati. Parallelamente si esibisce come artista di strada in tutta Italia, apprezzando molto l’aspetto artistico e l’immediatezza comunicativa che questa modalità d’espressione permette.

 

Dopo aver messo, per lungo tempo, al servizio di altri artisti e progetti di spettacolo le sue capacità di chitarrista, compositore e arrangiatore, a inizio 2017 comincia a dedicarsi, per la prima volta, a scrivere brani in italiano costruendo un suo progetto, il concept album pop autoprodotto Di Passaggio, nato dalla voglia di condividere storie ed emozioni e incentrato sulle diverse fasi di una relazione amorosa, ma non solo. Il singolo di lancio, Il Folle Mio Librarmi in Volo, viene scelto dagli esperti di Radio Capital - tra oltre 4.000 proposte - per le fasi finali del concorso Capitalent 2017 e vince il festival Villeggendo Musica, facendo guadagnare a Luciano il premio nazionale “Un Autore per la Nuova Canzone Italiana”. Il brano suscita inoltre un ottimo riscontro di pubblico, permanendo nelle classifiche degli emergenti più suonati in radio per tre settimane. Amando moltissimo l’attività live e di performer, con la sua band si imbarca in un mini-tour  di promozione del disco in giro per l’Italia, dal Veneto alla Basilicata. A gennaio 2018 firma con Cafè Concerto Publishing Group, tra le più importanti e attive società editoriali nel mercato musicale italiano.

 

Lo interessa molto lo studio dell’aspetto trasformativo della musica a livello psico-fisico e spirituale e la sua immensa capacità nell’aiutare le persone a conoscersi e a guarire. Come compositore ha scritto colonne sonore per diversi progetti teatrali e cinematografici.